Orto Parisi

Orto Parisi

“Per questo nuovo progetto volevo fare una dedica a colui che mi ha ispirato. Prima avevo pensato a una sua biografia, ma scrivendola mi veniva di un noioso che poi se ci penso io le biografie non le leggo mai. L’idea è partita dal fatto che lui, mio nonno Vincenzo, i secchi li utilizzava per i suoi ambedue bisogni, che finivano puntualmente a concimare l’orto. Nel suo orto però aleggiava un che d’infinito. Allora, a mio nonno Vincenzo Parisi e alle persone che colgono il tempo nella vicenda del vivere a diffondere il profumo della vita.”
The Nose, Alessandro Gualtieri.
MANIFESTO.Le parti del corpo dove vi è più odore sono quelle dove si raccoglie di più l’anima. Gli odori troppo forti ci sono diventati sgradevoli, perchè l’eccesso d’anima è intollerabile nella misura che la nostra animalità è repressa e soffocata dalla nostra società. Questo progetto è il mio orto, che ho piantato, concimato, coltivato e raccolto. In Orto Parisi il corpo è vissuto come un giardino, i cui odori sono il vero specchio della sua anima.
BOTTIGLIA. La bottiglia si ispira ad una fiaschetta, un contenitore per liquidi atti a soddisfare la sete. L’etichetta è in carta “savile row tweed” color corda naturale, con una raffinata struttura a spina di pesce. La spina di pesce è simbolo di eleganza maschile.
TAPPO.Il tappo, realizzato completamente in metallo, è sottoposto a differenti trattamenti basati su processi alchemici. L’incastonatura presente nella parte superiore è di derivazione naturale, legno, noce e corno.

Visualizzazione di tutti i 7 risultati